Diari di viaggio


Diari di Viaggio in Vespa

 

Cosa succede quando si viaggia in “direzione ostinata e contraria” con la Vespa?
Gli incontri diventano diari di viaggio nel viaggio, le emozioni si trasformano in fotografie e il mondo si trasforma in uno specchio che riflette se stessi.
Dal 2009 viaggio senza sosta in sella alla “Negra“, raccolgo storie, ospito confessioni e redigo appunti di viaggio e itinerari meno battuti. Cosa porto nel mio zaino? Una macchina da scrivere, alcuni rullini, l’attrezzatura fotografica e il blocchetto per gli appunti. Dalle terre balcaniche allo scirocco che soffia sul Mediterraneo ho incontrato monaci, briganti, lucciole e avventurieri. Ciascuno a suo modo mi ha mostrato le sue ferite, le speranze e i luoghi del cuore. Come si scrive una bella storia? Come si fanno belle fotografie? Bisogna viaggiare, scappare, “trovare un posto dove appendere il cappello“e ripartire ancora. Nelle fotografie bisogna sentirci lo sporco, negli appunti il sudore. Dicono che se uno scatto non è efficace significa che non si è abbastanza vicini e che se il reporter è cinico i suoi appunti restano parole insipide.
Viaggiare in Vespa è come esplorare il mondo a dorso di mulo, la sera si accende un fuoco, si apre il taccuino e si aggiornano i diari di viaggio che si trasformano nel racconto del proprio cammino.
Diari di viaggio

Appunti di viaggio

 

Invia un nuovo commento