Nel caso qualcosa andasse storto…

Lo zaino del vespista-fotografo-viaggiatore porta con sè molta ironia. 7 kg di attrezzatura fotografica, 8 kg di ferro per contrastare i guasti, meno di 2,5 kg di vestiti e un santino-amuleto-offerta per contrastare la malasorte. Non male per circa 2 mesi di scorribande sulle creste montane italiane. Continue reading