The end ? Balkan to Capital

Ritorno nel mio laboratorio di quindici metri quadrati in compagnia della “Negra”, libri fotografici, rullini e lenti d’ingrandimento . Il sette Settembre sono partito da Trieste con un libro di Pasolini e una domanda in tasca: dove sono i ragazzi di vita? Li ho trovati nei Balcani, aggrappati all’umiltà e… Continue reading

Petardi a Novembre

Perdere la marmitta in corsa è il sogno di ogni bombarolo. Un minuto prima sei silenzioso, un minuto dopo sembra di avere un fucile sotto alla sella, che spara a raffica. Mi capita quattro volte negli ultimi chilometri che dividono l’ultimo viaggio a due ruote dalla routine di ogni giorno.… Continue reading

Fuga dall’Adriatico

L’imprevedibile cancella, ancora una volta, il programmato. Una fantasia dei giorni precedenti mi aveva telestrasportato a Nord di Roma, lasciandomi cullare dall’illusione di poter degustare selvaggina accanto a un bicchiere di vino rosso toscano. Una telefonata, invece, mi obbliga a percorrere il litorale adriatico, lasciando così i miei sogni saporiti… Continue reading

“Tajamo, è mejo”

Nella notte tra l’1 e il 2 Novembre 1975 il mare che fa il solletico alla spiaggia di Ostia mescola la sua musica con urla e sangue. Le baracche abitate da pescatori, abusivi e scaje ascoltano probabilmente tutto. Mai parleranno. Via dell’idroscalo si scioglie piano nel vetro dello specchietto retrovisore,… Continue reading

” Arrivederci Roma”

Sono stati venti giorni di angoli romani, chiacchiere di borgate che sopravvivono nella mente di chi le racconta. Dove sono finite Donna Olimpia, Tiburtino III, Centocelle, Quarticciolo e Gordiani ? Sono scomparse sotto nuove strade, palazzine e cemento armato? Dove sono le “realtà particolari” ? Ripartirò da Roma con più… Continue reading

Roma e i guardiani dell’ombra

Roma abbraccia tutti coloro che varcano le sue porte. Il traffico invece, è un mostro che soffoca e uccide qualsiasi mezzo motorizzato, muoversi in Vespa è un costante dribbling tra automobilisti incazzati, alienati dalla musica interna vomitata dalle radio che dona ai loro volti un’espressione neutra, apatica. Mi chiedo cosa… Continue reading

Il segreto della “Pita”

Il segreto della “pita” è custodito a meno di sessanta chilometri da Mostar, dentro una casa dalla bianche pareti sorvegliata da un cucciolo di gatto. Vhrera, una mucca di 7 anni presidia il giardino annunciando l’arrivo dei visitatori. Lancio la Negra e i suoi quaranta chili di bagagli lungo la… Continue reading

Alien-azioni da Banja Luka

Arrivo a Banjia Luka con 5 ore di ritardo rispetto alla tabella di marcia. L’ispezione punitiva per la selfie in frontiera ( 2 ore ) unita a un incidente sulla strada secondaria 405 mettono in ginocchio la mia puntualità. Sono costretto quindi a una deviazione verso sud, accompagnato dalla pioggia.… Continue reading

Allegre storie di frontiera #1

La strada 52 che punta verso est costeggia il Plitvička Jezera, meglio conosciuto come “Parco naturale dei laghi di Plitvice”. L’asfalto lambisce i confini del bosco. Verde, umido e uccellini chiacchieroni sono i soli protagonisti per chilomentri. Mi congiungo con la 504 in direzione Bihać, al confine croato la Negra… Continue reading