Roma e il sogno proibito

Portare la “Negra” di fronte alla famosa scalinata di Piazza Spagna è sempre stato il mio sogno proibito. L’ho sempre immaginato con un accompagnamento musicale di Candy Dulfer e il suo sax.
Entro nella capitale di nascosto, sfruttanto la spessa coltre notturna che ha avvolto la città.
Poco prima di entrare nella zona a traffico limitato un’agente mi ferma. ( Ma non vanno a dormire?)

A.” Di qui non si passa”
C. ” La prego, scendo e la porto a mano fino dall’altra parte, se vuole le lascio il casco come pegno, vorrei fare solo una fotografia”
A. “Eccerto mò facccccciamo entrare tutti co’e machine, le famo spigne fino a’la piazza e via….”
Rido talmente di gusto che contagio anche lui, insieme disegnamo un quadretto chiassoso nella cornice muta di quell’ora.
C.” La prego, è davvero importante sto per fare un viaggio lungo Alpi e Appennini e questa dovrebbe essere la mia foto porta fortuna”
A.” Che??? Co’a Vespa pe montagne? Annnamo bbbene…Stai fori!!! Ok, poi passà, ma sbrigate!!!”

Dal viaggio "Lungo l'Aurelia" del 2013

Dal viaggio “Lungo l’Aurelia” del 2013

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento