Il ricercatore

“Non importa dove sarai, cosa guarderai o con chi sarai. Ovunque ci saranno almeno quattro scatti buoni che varrà la pena di rubare alla grande clessidra del tempo”. Era il 2008, in Australia, il caporedattore di una rivista a North-Sydney stava pagando alla cassa quello che sarebbe stato il nostro ultimo caffè condiviso insieme. ” Adesso che hai imparato tutta questa minestra dei tempi, i diaframmi, gli ASA (o ISO) puoi tranquillamente dimenticare tutto. Inizia per te la parte più difficile della vita di un fotografo: quella del ricercatore di storie”. Ci siamo lasciati così, mentre la metropolitana lo inghiottiva e spariva dentro un tunnel di buio.

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento