Il Cabranka e il Kolpa

Presek ( SLO ).
Durante una pausa la Bora mi insegna che è bene non fidarsi mai di lei, un colpo di vento sbatte la “Negra” per terra rompendo la leva del freno anteriore. E’ la maledizione della montagna. Mi capita sempre quando gli itinerari scelti intrecciano i rilievi alternando salite morbide a curve a gomito. Proprio come nel 2014 durante il viaggio in Italia.
La strada 305 direzione Brod na kupi entra ed esce paleggia tra il confine croato e quello sloveno come in un dribbling calcistico, il Cabranka e il Kolpa si mescolano insieme diventando una frontiera d’acqua che costeggia la strada, la riva destra batte bandiera slovena, la sinistra quella croata.
Leva_px1

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento