I ragni di Bakar

DSCF0089
Il vallone del Quarnaro ospita una delle città navali più importanti dell’impero austro-ungarico, la gola che costeggia la roccia si presta a nascondere tra le sue insenature naviglio di imponenti stazze. Scendendo dalla statale numero 8 in direzione Jadranovo due possenti gru annunciano l’arrivo al porto, sono le zampe di un aracnide dalle dimensioni aliene. Spostano interi camion e smistano una polvere nera che depositano in una fila di vagoni ferroviari in attesa di partire. In questo scenario io e la Negra ci dirigiamo verso le montagne, i territori dove la Bora soffia a centosettanta chilometri all’ora sono a poche minuti di strada.

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento