Balcan to Capital

Il segreto della “pita” è custodito a meno di sessanta chilometri da Mostar, dentro una casa dalla bianche pareti sorvegliata da un cucciolo di gatto. Vhrera, una mucca di 7 anni presidia il giardino annunciando l’arrivo dei visitatori. Lancio la Negra e i suoi quaranta chili di bagagli lungo la salita che introduce la proprietà. A metà strada cade la marmitta, trasformando il motore della Vespa in una batteria anti-aerea. Mortificato per aver stuprato la pace che circondava il luogo, spengo il motore e risalgo a piedi. Vhrera e il suo campanaccio mi risparmiano la fatica, braccia possenti plasmate dalla terra giungono in mio soccorso.
Preparazione – Bagaglio essenziale ma sazio d’ironia-
Chiavi inglesi o pollo allo spiedo?
Là dove tutto ha inizio
I ragni di Bakar
I guardiani del vento
Allegre storie di frontiera #1
Alien-azioni da Banja Luka
Banja Luka – Mostar #1
Il segreto della “Pita”
In acque nazionali
Ancona -il plurale-
Roma e i guardiani dell’ombra
” A tutta callara”
” Arrivederci Roma”
1 2

 

 

Commenti chiusi