Inizia la sagra delle forature

Scappo da Milano a tutta birra. Appena passo Pavia e inizio a scorgere il monte Capra tiro un sospiro di sollievo. Sono di nuovo in viaggio. Sento la “Negra” in gran forma, stiamo per archiviare altri due passi montani ( Passo Penice e Pellizzone ) quando mi accorgo di aver parlato troppo presto. Subito dopo una rotonda sbando vistosamente facendo partire l’orchestra dei clacson delle macchine dietro di me. Sembra sia una banale foratura. Arrivo ad un distributore a spinta e inizio la consueta, metodica, operazione di sostituzione pneumatico.
Ecco il motivo per cui scelgo di tenere lo zaino dei vestiti molto morbido. All’occorrenza, è un ottimo cuscino per la Vespa.

Notare l'utilità del bagaglio a mano.

Notare l’utilità del bagaglio a mano.

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento