Београд

Belgrado accoglie il viaggiatore che arriva da sud con l’intreccio dei binari a scartamento ridotto dei tram. Scatole di latta gialle e rosse che ondeggiano sulle rotaie sfiammeggiando dai pantografi. Superata la stazione centrale dei treni, una sopraelevata introduce alle prime vie del centro cittadino, è lì che parcheggio la “Negra” per addentrarmi a piedi nei tentacoli urbani. Le acque del Danubio e della Sava si abbracciano proprio sotto le mura della città vecchia delimitando anche i confini tra i grattacieli di Нови Београд (Novi Beograd)e la mondanità delle Kafane multicolore nella città vecchia. Sono passati 1219 km da quando sono partito attraversando Slovenia, Croazia e Bosnia Herzegovina. Ordino una birra accendendo la pipa. La carne alla brace e la schiuma dei boccali mi farà compagnia per qualche giorno.
DSCF0639

Lascia un commento :o)

Commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento